Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente, motivi statistici e pubblicità. Chiudendo questo messaggio, scorrendo le pagine o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso leggi di più.

COS'E'

La nuova Carta di identità elettronica è:

  • un documento di identificazione del cittadino: consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio nazionale, quanto all’estero;
  • un documento di viaggio in tutti i paesi appartenenti all'Unione Europea e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi;
  • uno strumento da utilizzare per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Tale identità, utilizzata assieme alla CIE, garantisce l’accesso ai servizi erogati dalle PP. AA., mediante il livello di sicurezza 3 di SPID.

 

CARATTERISTICHE DEL DOCUMENTO

La Carta di identità elettronica è l’evoluzione del documento di identità in versione cartacea.
Ha le dimensioni di una carta di credito ed è caratterizzata da:

  • Un supporto in policarbonato personalizzato mediante la tecnica del laser engraving con la foto e i dati del cittadino e corredato da elementi di sicurezza (ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture, guilloches ecc.);
  • Un microprocessore a radio frequenza che costituisce: una componente elettronica di protezione dei dati anagrafici, della foto e delle impronte del titolare da contraffazione

La carta è contrassegnata da un numero seriale stampato sul fronte in alto a destra ed avente il seguente formato: C (ad esempio CA00000AA). Tale numero seriale prende il nome di numero unico nazionale.

COME SI OTTIENE

Una importante novità della procedura di rilascio della CIE è che la stampa del documento, che non avviene più presso la sede Comunale, bensì presso il Ministero dell'Interno e l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

IL DOCUMENTO D'IDENTITÀ ELETTRONICO VIENE CONSEGNATO ENTRO SEI GIORNI LAVORATIVI DALLA DATA DELLA RICHIESTA DI RILASCIO, ATTRAVERSO LA SPEDIZIONE ALL'INDIRIZZO INDICATO  DAL TITOLARE ALL'ATTO DELLA RICHIESTA.

La CIE può essere richiesta presso l'Uffio Anagrafe del Comune di Accadia da tutti coloro (siano essi cittadini italiani, comunitari e non) e che risultano iscritti nell'Anagrafe della Popolazione Residente del Comune stesso o che, comunque, abbiano, in tale Comune, la loro dimora.

La nuova Carta di identità elettronica si può richiedere, ai sensi dell'art. 4 del D.M. 23 dicembre 2015, esclusivamente per i seguenti motivi:

  • primo rilascio;
  • smarrimento o furto della carta d'identità in corso di validità, previa presentazione della relativa denuncia;
  • deterioramento della carta d'identità in corso di validità, previa verifica del relativo stato da parte dell'Ufficiale di Anagrafe;
  • scadenza della carta d'identità (il rinnovo può essere effettuato a partire da 180 giorni prima della scadenza prevista).

 Al fine di richiedere il rilascio della CIE, l'interessato dovrà presentarsi , munito:

  • della ricevuta di pagamento dei Diritti per l'Emissione della CIE ;
  • del vecchio documento di identità (la carta di identità scaduta o in scadenza deve essere obbligatoriamente consegnata allo sportello);
  • una foto formato tessera recente (fatta da non più di sei mesi) ed avente gli stessi requisiti delle foto richieste dalla Questura per il rilascio del passaporto e visualizzabili al seguente link http://www.poliziadistato.it/statics/10/fotografia_passaporto_web.pdf);
  • la tessera sanitaria (facoltativo);
  • Per i cittadini residenti in altro Comune italiano il rilascio della CIE può essere richiesto solo per sopperire a necessità derivanti da gravi e comprovati motivi che non consentono di recarsi presso il proprio Comune di residenza (Circolare Ministero dell'Interno del 05/11/1999) e solo dopo aver ricevuto, da tale Comune, il relativo nulla osta.
  • Per richiedere il rilascio della carta d'identità a nome di un minore, questi deve essere accompagnato allo sportello comunale da chi ha la responsabilità genitoriale (genitori o tutore), muniti di valido documento di riconoscimento e, nel caso del tutore, anche della sentenza di nomina.

 

Al termine dell'operazione di inserimento dei dati che, a partire da coloro che hanno compiuto 12 anni di età, prevede anche l'acquisizione del dato biometrico delle impronte digitali,   l'operatore stamperà un modulo di riepilogo che verrà sottoposto all'attenzione del richiedente, per la verifica dei dati personali e per l'acquisizione della firma autografa.

All'acquisizione della firma non si procede nei casi in cui l'intestatario della CIE non abbia compiuto il dodicesimo anno di età ed in tutti gli altri casi in cui vi sia l'impossibilità a sottoscrivere.

Al termine della procedura, lo sportello rilascerà al cittadino la ricevuta della richiesta di emissione della CIE comprensiva del numero della pratica e della prima parte dei codici PIN/PUK associati ad essa (tale ricevuta non costituisce in alcun modo documento di identificazione o riconoscimento).         

La consegna della CIE e della seconda parte dei codici PIN/PUK associati ad essa avviene, a cura del Ministero dell'Interno, entro sei giorni lavorativi, presso l'indirizzo indicato dal cittadino all'atto della richiesta.

Si evidenzia, che a norma dell'art.18 del D.M del 23 dicembre 2015, "Le carte d'identità in formato cartaceo ed elettronico rilasciate fino all'emissione della CIE mantengono la propria validità fino alla scadenza".

Al fine di ottenere il rilascio della Carta d’identità valida per l’espatrio, il richiedente deve sottoscrivere, presso lo sportello, una dichiarazione attestante l’assenza delle cause ostative al rilascio del passaporto, di cui all'art. 3 della Legge 21 novembre 1967 n. 1185.
Nel caso in cui l'intestatario del documento è un minore, tale dichiarazione deve essere resa da coloro che hanno la responsabilità genitoriale (genitori o tutore).
Nel caso in cui uno dei genitori fosse impossibilitato a presentarsi allo sportello, questi deve far pervenire (anche per via telematica, così come previsto dall'art. 38, comma 3, del D.P.R. 445/2000) una dichiarazione di consenso all’espatrio, redatta in carta semplice, sottoscritta ed accompagnata dalla fotocopia integrale di un documento di identità.

I cittadini comunitari ed extracomunitari possono ottenere solo il documento di identità non valido per l’espatrio.

I cittadini non comunitari devono presentare anche l'originale del permesso di soggiorno valido o la copia del permesso di soggiorno scaduto con l'originale della ricevuta, attestante l'avvenuta richiesta di rinnovo presentata prima della scadenza del permesso di soggiorno o entro sessanta giorni dalla scadenza dello stesso.

In caso di furto o smarrimento o deterioramento (tale da non permettere il riconoscimento del numero della carta) del documento d'identità, occorre presentarsi allo sportello con la denuncia resa presso le competenti Autorità (Commissariato di Polizia o Stazione dei Carabinieri) ed altro documento di riconoscimento. Nel caso in cui non si disponga di un altro documento identificativo, occorre presentarsi allo sportello accompagnato da due testimoni, con documenti validi.

LA DURATA DELLA VALIDITA' DELLA CIE

La validità della Carta di identità varia a seconda all’età del titolare ed è di:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

IL COSTO DELLA CIE

Le somme complessivamente dovute dagli utenti, per le tre ipotesi fondamentali di emissione della CIE, sono così riassunte:

  • emissione nei casi di primo rilascio, deterioramento, furto e scadenza: euro 22,20;
  • emissione a seguito di smarrimento: euro 27,30;

Il pagamento dei corrispettivi dovuti dai cittadini, per il rilascio della carta d’identità elettronica (CIE), deve avvenire esclusivamente prima dell'inizio della procedura di richiesta della CIE stessa.